Violenza donne: Dire in piazza il 26 novembre con Non Una di Meno

“I Centri antiviolenza devono quotidianamente fari i conti non solo con la scarsità di risorse pubbliche, ma anche con l’attacco all’autonomia e con il tentativo di far progressivamente sparire i connotati politici femministi”

Leggi tutto l’articolo originale: Roma News  

Comments are closed.